Categoria: Notizie

5-6 maggio – Tra una gara e l’altra spettacoli  gratuiti nel piazzale antistante il Christian Bar 

E’ tutto pronto per la sesta edizione di Gaeta Passion Flair Competition, l’attesa sfida tra i migliori barman del mondo che si terrà giovedì 5 e venerdì  6 maggio nel piazzale antistante il Christian Bar. Intanto sono saliti a 50 gli iscritti, provenienti da otto diverse nazioni (Giappone, Russia, Polonia, Grecia, Lettonia, Germania, Romania e Italia) e determinati a portarsi a casa uno dei titoli più ambiti nel settore del flair bartending. Tra chi si esercita e chi è già partito per abbinare alla competizione un piacevole soggiorno in una delle località più rinomate della riviera tirrenica, Gaeta, la macchina organizzativa procede a vele spiegate. Moltissimi i curiosi e i visitatori che si apprestano ad arrivare da tutta la Regione e che contattano lo staff per informazioni sull’evento e sul programma. Giovedì e venerdì, insomma, si prevede il pubblico delle grandi occasioni e non solo per la gara, ma anche per la presenza di ospiti di fama mondiale nel settore del flair bartending e di una serie di eventi che renderanno la competizione uno spettacolo a tutto tondo.

Il programma – «Il programma parla da sé – commenta soddisfatto l’organizzatore Francesco Santillo, fondatore della rinomata scuola di barman Passion Flair Bartender di Gaeta e ideatore dell’evento – quest’anno abbiamo dato vita ad una due giorni in grado di creare, attorno alla competizione, un vero e proprio spettacolo tale da attrarre non solo addetti al mestiere ma anche turisti e visitatori». Si comincerà giovedì con la registrazione dei partecipanti (ore 17:30), con la sfilata “Madama Gioia abbigliamento” dedicata ai più piccoli (18:00) e con lo spettacolo di danza “Il centro del movimento”. Poi si entrerà nel vivo con l’aperitivo di benvenuto a cura di “Bahia Blanca Beach Club” e “Christian Bar” e con la competizione “Barman mixology” (ore 20:00). Seguirà poi una seconda sfilata uomo-donna ed un after party di chiusura con tanta buona musica. Ancora più intensa la giornata di venerdì che vedrà entrare nel vivo la competizione: registrazione competitors (9:00), qualificazioni semi-pro (10:00), qualificazioni pro (12:00), fine qualificazioni (18:30) e gran finale (21:00). Tra una gara e l’altra non mancheranno buffet, aperitivi ed eventi. Dopo le premiazioni, previste per mezzanotte e trenta, non sarà finito lo spettacolo perché  ci sarà un after party con Flavio Ferdinandi.

Associazione “Diritto e Donna” – Non solo competizione, musica e spettacolo perché l’organizzazione di Gaeta Passion Flair ha deciso di dedicare, in ben due momenti diversi (giovedì alle 21:45 e venerdì a mezzanotte), un’attenzione speciale al gentil sesso e, in particolare, alla neonata associazione “Diritto e Donna”. Il sodalizio, ideato e creato dall’avvocato Valeria Aprile, ha recentemente aperto una sede a Gaeta (Corso Cavour, 24) per fornire assistenza legale in materia di diritto di famiglia, con uno sguardo particolare alle normative riguardanti la tutela delle donne: dai casi di separazione e divorzi, allo stalking, dalle problematiche relative alla tutela dei minori, alle vere e proprie violenze. L’associazione, presso la quale ci si può avvalere della consulenza psicologica della dottoressa  Maria Cattolico, permette alle donne in difficoltà anche di avere un primo approccio su Facebook così da far superare loro lo scoglio inziale e le prime insormontabili paure. Durante i due incontri, l’avvocato Valeria Aprile parlerà ai presenti per spiegare l’importanza della neonata associazione.

Per info www.gaetapassionflair.it – tel/ Fax 0771-463317

Read Full Article

Domani, mercoledì 13 aprile Lenola, e tutto il territorio pontino, sono protagonisti su Rai Storia. Alle 22.26 andrà in onda Solo Silenzio, il documentario realizzato dall’Associazione VASI in collaborazione con la Life Produzioni di Marco Marcantonio.

Il lavoro è incentrato sul dramma delle Marocchinate, quella serie di violenze e stupri di massa che hanno riguardato la provincia di Latina nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Numerose le testimonianze raccolte: dai semplici racconti di come si viveva all’epoca alle confidenze più intime e toccanti.

Il documentario Solo Silenzio è stato prodotto insieme a Gemma Di Maggio, il cortometraggio con protagonisti Franco Nero e Noemi Guglietta, sempre incentrato sul tema delle Marocchinate.

Una triste pagina di storia che molto spesso non si trova sui libri di scuola ed è per questo che tali opere rappresentano l’occasione giusta per riscoprirla.

Read Full Article

Il Governo ha reintrodotto l’anatocismo, vietato dal 2014, all’interno della riforma delle BCC, ma per Confconsumatori è incostituzionale.

 Lo scorso 6 aprile il Senato ha approvato il Decreto Legge governativo sulle banche, nel quale è stata inserita anche una norma che introduce nuovamente l’anatocismo. La norma prevede che gli interessi scaduti dopo un anno, si sommano al capitale ancora dovuto dal debitore, e quindi, a loro volta, concorrono a produrre nuovi interessi, che andranno calcolati sia sul capitale sia sugli interessi scaduti e non versati. È una norma che vale miliardi di euro all’anno per le banche ma per Confconsumatori il processo di reintroduzione è incostituzionale.

L’Anatocismo era vietato dal 1° gennaio 2014 ed era stato oggetto di sentenze di censura da parte della Cassazione, grazie anche alle tante cause proposte dalle Associazioni dei consumatori. Ciò nonostante è stato “riesumato” e reintrodotto all’interno di un decreto legge che aveva un altro oggetto – la riforma delle Bcc – sul quale è stata posta la fiducia, evitando così il confronto con le Associazioni dei consumatori e con le imprese.

Le associazioni dei consumatori nei giorni scorsi avevano già espresso congiuntamente la propria disapprovazione rispetto all’emendamento Boccadutri che reintroducendo l’anatocismo rappresenta un vero e proprio “regalo alle banche”. Oggi, a norma approvata, Confconsumatori intende contestarla non solo nei contenuti ma anche nel metodo: «La legge di conversione è incostituzionale infatti se il tema del Decreto Legge era la riforma delle Bcc è incostituzionale inserire, nella conversione, tematiche diverse all’oggetto del D.L. che deve avere i requisiti di urgenza».

«Incredibili le dichiarazioni del proponente, l’on. Boccadutri, che addirittura esulta, solo perché per aver modificato semplicemente la periodicità della capitalizzazione degli interessi, da trimestrale (come era prima del 2014), ad annuale. Boccadutri omette, però, di riferire che il primo effetto della norma è proprio quello di esser tornata a legalizzare, una pratica ormai messa al bando».

Il Presidente della Federazione Provinciale
Avv. Franco Conte

Read Full Article

Continua la protesta e la mobilitazione dei lavoratori dei cinque negozi (Cisterna, Fiuggi, Frosinone, Formia e Terracina) che la Coop vuole mettere in franchising. È la terza giornata di sciopero generale con presidi e manifestazioni in cui le serrande dei cinque negozi rimangono chiuse!

Questa mattina i lavoratori si sono radunati ancora una volta nel piazzale della Coop di Terracina e hanno manifestato pacificamente, nonostante l’Azienda non si sia presentata all’incontro prefissato per le ore 11 per esperire il tentativo di esame congiunto previsto dalla normativa di Legge.

Lo sciopero alla coopConsideriamo questo comportamento grave ed irresponsabile da parte di un’Azienda che continua a dire di avere un elemento di distintività, quello cooperativo, e che, invece si comporta peggio dei privati!!

Nonostante tutto, con enorme senso di responsabilità, i lavoratori hanno condiviso nell’assemblea pubblica il percorso proposto dalle OO.SS. confederali rispetto a tenere in piedi un confronto che già è stato chiesto e che ci auspichiamo arriverà nei prossimi giorni per provare a capire fino in fondo quali siano le reali intenzioni della Cooperativa rispetto al mantenimento dei livelli occupazionali e delle condizioni salariali e di lavoro del personale coinvolto.

Resta inteso che se non dovesse arrivare a stretto giro una convocazione da parte di Unicoop, le iniziative sindacali di protesta verranno intensificate con presidi e manifestazioni anche fuori dal territorio di Frosinone e Latina fino, se dovesse servire, a Vignale Riotorto (la sede nazionale di Unicoop Tirreno).

Oltre a tutto ciò le OO.SS. territoriali e regionali hanno inoltrato tempestivamente richiesta a Legacoop del Lazio per farsi promotrice di un tavolo di concertazione con tutto il mondo della distribuzione cooperativa del Lazio per cercare di trovare soluzioni sulle situazioni di emergenza aperte (franchising e chiusure di negozi) e soprattutto per fare il punto sulle intenzioni di Coop rispetto alla permanenza presente e futura nei nostri territori.

Ribadiamo che: Salvare il marchio Coop senza le lavoratrici ed i lavoratori non ci interessa!

Read Full Article

Nei giorni scorsi il personale del Corpo Forestale dello Stato, appartenente al Comando Stazione di Cisterna di Latina, allertato dal servizio di emergenza ambientale 1515, interveniva in Loc. Foceverde sul lido di Latina, dove, su un piccolo molo adibito all’ormeggio di piccole imbarcazioni, trovava un esemplare di tartaruga marina della specie “caretta caretta”.

esemplare di tartarugaL’animale era caratterizzato da una lunghezza del carapace di circa 70 cm e dal peso di 45 – 50 Kg,  rinvenuto morto al largo, da un pescatore, e trasportata sul molo, dopo che lo stesso aveva  avvertito la locale Capitaneria di Porto.

Sul posto era presente personale del Servizio Veterinario della Asl competente territorialmente, il quale, in accordo con il personale CFS, ne constatava il decesso presumibilmente per cause legate all’attività di pesca, a seguito della quale l’animale sarebbe rimasto impigliato in qualche amo e/o rete , che avrebbe provocato allo stesso lesioni mortali.

A seguito di ciò, si decideva di affidare l’animale al personale forestale  per un ricovero provvisorio , per essere successivamente trasportato presso l’Istituto Zooprofilattico di zona per accertarne le cause di morte.

Pertanto l’esemplare veniva condotto presso la struttura di recupero animali selvatici dell’UTB di Sabaudia, sede di Fogliano, a disposizione dell’Istituto sopra indicato, per gli accertamenti di rito.

La specie in questione rientra negli allegati di specie protette dalla Convenzione internazionale di Washington.

Read Full Article

Correttivi, chiarezza, informazioni circostanziate, indicazioni positive sulle evoluzioni future: queste le parole chiave dell’incontro sulla Direttiva Bolkestein nelle imprese balneari, che si è tenuto ieri mattina a Terracina presso l’Hotel Torre del Sole. Una sala piena di operatori balneari, entusiasti di poter discutere in modo serio dei loro problemi; una partecipazione significativa, che dimostra la vitalità e la coesione del sistema delle imprese della provincia di Latina, grazie al grande lavoro che Confcommercio Provincia di Latina sta facendo, insieme ai suoi Sindacati

L’incontro, organizzato da Confcommercio imprese per l’Italia Provincia di Latina, SiB e FIPE Provinciali è stato voluto proprio per rassicurare in modo concreto e non demagogico gli Imprenditori balneari, molto tesi e preoccupati, in merito al futuro delle loro imprese. L’incontro  è stato aperto dal Presidente Acampora che nel dare il via ai lavori ha ribadito:

Le preoccupazioni e le criticità delle nostre Imprese sono per la nostra Associazione una priorità rispetto alla quale vogliamo dare risposte certe e praticabili; è per questo che ringrazio sentitamente il Presidente SIB nazionale Dr. Borgo per aver accettato l’invito a venire oggi nel nostro territorio ad informare tutti sullo stato dell’arte delle relazioni tra Sindacato di categoria e Governo per gli eventuali correttivi alla Direttiva Bolkestein, correttivi formulati a contenere effetti che potrebbero essere molto pesanti; perché un’Associazione come la nostra sulle difficoltà degli imprenditori non fa demagogia e campagne associative.

Incontro Direttiva BolkesteinCosì ha dato il via ai lavori  il Presidente Confcommercio della Provincia di Latina, dott. Giovanni Acampora, che ha coordinato il tavolo di lavoro. Al tavolo erano presenti, infatti, il Presidente del SIB provinciale Mario Gangi, il Presidente provinciale e membro della Giunta nazionale della FIPE, nonché Vice Presidente Vicario della Confcommercio provinciale, Italo Di Cocco e il Presidente regionale SIB Fumagalli Era presente ospite graditissimo il Vice Presidente Nazionale SIB, responsabile per l’organizzazione Alberto Bertolotti, Presidente Regionale SIB Sardegna e Presidente Confcommercio della provincia di Cagliari

Dopo i saluti è intervenuto il  Presidente Fipe Di Cocco che ha preso l’impegno con gli operatori di essere al loro fianco, grazie alle  strategie della nuova governance della Confcommercio provinciale.

Il Presidente SIB provinciale Gangi ha dichiarato che ”E’ necessario contrastare inutili demagogie che esasperano gli animi e creano false illusioni; il SIB provinciale opererà per rafforzare  un’unità di settore che permetta di essere più forti nei confronti delle Istituzioni. Il nostro lavoro deve essere valorizzato e per questo,  Presidente Borgo,  ti  ringraziamo per il supporto che darai  al nostro territorio dove  il settore balneare è strategico”.

Molti i quesiti posti al dott. Borgo e al Presidente Fumagalli  dal Presidente Acampora: quali tempi per l’evidenza pubblica? esisteranno criteri di premialità?  C’è possibilità di non attuare in toto la Direttiva?

Il Presidente nazionale del SIB, dott. Borgo, riportando i risultati dell’incontro di Rimini con il Ministro Costa e tutti gli altri Sindacati di categoria ha affermato “Io per primo guardo alla Direttiva Bolkestein con estrema preoccupazione per la mia impresa e per la mia famiglia, nonché per il sistema locale in cui opero, ma ritengo non sia utile ed efficace opporsi in modo disperato, con una sorta ostruzionismo che non fa altro che rendere a tutti noi più difficile lavorare e migliorare le nostre imprese”:

A Rimini abbiamo ottenuto dal Ministro degli Affari regionali Costa indicazioni importanti – e non mi piace definirle rassicurazioni – in primo luogo, sulla definizione di linee guida governative per razionalizzare gli interventi correttivi” ha continuato il Presidente Borgo,” e soprattutto, per cercare di aver un comportamento unitario tra Governo, Regioni e Sindacati di Categoria dei Balneari nell’operare una pressione per salvare le nostre imprese; è stato un tavolo qualificato in cui la politica ha preso posizione, tenendo conto delle esigenze delle imprese e del grande indotto che ne deriva

I punti fermi sono chiari e sono quelli praticabili che derivano  dalla possibilità di incunearsi tra le norme, per salvaguardare le imprese .Immediate evidenze pubbliche per le spiagge libere; un lungo periodo transitorio per le attuali concessioni, non una proroga ma un rinnovo  ma soprattutto – ed è su questo che bisogna battersi – meccanismi di premialità per favorire gli attuali imprenditori concessionari: queste le possibilità. E’ importante dare un valore economico alle nostre imprese, per gli investimenti e il lavoro fatto, che potrà essere in ogni maniera capitalizzato. E’ necessaria una legge di Riforma vera e duratura!.

Il Presidente Borgo ha voluto sottolineare che solo una forte unità sul tema potrà sortire effetti positivi; ci vuole un mandato forte da Regioni, Comuni, Sindacati di categoria. “ Dobbiamo costruire il futuro delle nostre imprese non metterle in discussione nel loro valore per primi, dando una immagine disunita”.

Il Presidente SIB Regionale Fumagalli ha voluto evidenziare che   ”Nonostante ci sono molte difficoltà, noi siamo i balneari del Lazio e abbiamo una nostra forza. Il nostro settore deve recuperare il valore e la credibilità del nostro lavoro, dobbiamo rilanciare la nostra legittimità sociale, uniti troveremo soluzioni tecniche ma anche di valore sociali ed economici”

Numerose le domande degli operatori a cui il Presidente Borgo ha risposto dando indicazioni operative concrete, puntando sulla necessità di puntare non solo su correttivi temporanei ma sulla Legge di Riforma che dia visibilità e futuro alle imprese balneari.

L’incontro è stato concluso dal Presidente provinciale Confcommercio dott. Acampora che nel ringraziare tutti gli intervenuti   ha affermato che la partecipazione all’incontro di oggi dimostra come lavorando in modo coinvolgente e costante a fianco delle imprese si ottengono grandi risultati e fatti concreti.

E’ importante sottolineare – a riprova della grande unità e della coesione di Confcommercio provincia di Latina con le sue realtà territoriali e i Sindacati di categoria – che all’incontro erano presenti tutti i Presidenti delle Ascom Territoriali di recente nascita: Presidente Amuro per Terracina, padrone di casa, Presidente Orlandi per Formia, Presidente Di Lucia per Fondi, il  Presidente della FIVA provinciale e regionale Roberto Delle Fontane e il Presidente FIMAA provinciale Vittorio Piscitelli e molti Operatori da tutti i Comuni costieri.

Una giornata di lavoro ma anche di aggregazione ed entusiasmo perché gli operatori se sono uniti vincono!!.

Read Full Article